sabato 18 luglio 2009

La cricca dei poltronai ha commissariato il circolo di Rifondazione a Urbino

A sinistra, una recente immagine dell'assessore Poltrona.

Ancora non abbiamo la conferma definitiva ma pare che sia proprio vero: ieri pomeriggio, in un rigurgito di demenza dovuto alla canicola, la segreteria provinciale di Rifondazione ha deciso il commmissariamento del Circolo di Urbino. Viene così destituito l'attuale Direttivo di Circolo. Un Direttivo assolutamente legittimo e nel pieno dei suoi poteri, ma che si è dimostrato troppo libero ed è è divenuto troppo scomodo in un partito dominato ormai dai poltronai a un tanto al chilo, dagli opportunisti e dai carrieristi dello strapuntino.

I principali responsabili della catastrofe di Rifondazione - Savelli, Poltrona e Demeli - invece di tornare in produzione si spalleggiano l'un l'altro, rilanciano e danno il colpo di grazia al partito. Un partito che del resto è da tempo in agonia, perché la maggior parte degli iscritti e dei simpatizzanti si è allontanata, disgustata da un modo di fare che ha reso Rifondazione uguale a tutti gli altri.

Adesso fa fin troppo caldo per interessarsi di questa faccenda piccola e meschina come coloro che l'hanno promossa. D'estate ci sono cose più piacevoli da fare. In settembre, alla ripresa politica, potremo capire meglio se vale la pena continuare a perder tempo con i poltronai oppure se questa è l'occasione giusta da cogliere per liberarsi di un incubo e fuoriuscire da una scatola ormai desolatamente vuota.

Nessun commento: